Home Sezioni

MotoGP Malesia 2015, Gara a nervi tesi: Trionfa Pedrosa mentre affonda Rossi

In Motomondiale
di redazione Italia MotoCorse.com - OF, 25 ottobre 2015

MotoGP Malesia 2015, Gara a nervi tesi: Trionfa Pedrosa mentre affonda Rossi

Una gara seguitissima, con premesse e tensioni fin troppo elevate, come potrebbe comunque starci quando si gioca il titolo della classe regina e poi.. Il “patatrac”. Una bella vittoria per Pedrosa, che sembra in pista quasi un leader amico ma non parente stretto del vecchio Dani, perenne seconda guida nella sua minuta e pacata immagine. Lorenzo è secondo, non capace di impensierirlo sul serio ma più contento, infine, di ieri. La Honda però oggi vince anche il secondo aspetto di interesse a Sepang, sebbene Yamaha abbia in tasca gli allori 2015 (piloti e costruttori) ovvero la diatriba in direzione gara per le penalità da infliggere, con Rossi buon terzo al traguardo, ma troppo lontano da Lorenzo per infastidirlo seriamente oggi, penalizzato e arretrato in griglia nella prossima, decisiva e ultima gara stagionale. L’appello della squadra di Valentino non è stato accolto e come in un buon film di Hollywood, il titolo si gioca alla fine, in casa degli organizzatori, con Lorenzo secondo sulla carta in classifica ma favorito, dal pronostico sportivo, in tutti i sensi.

Delusione domenicale per Ducati, dopo le belle premesse delle prove, con il solo Petrucci nella top-10 comunque davanti alle Suzuki, queste ultime in crescita, soprattutto il rookie Vinales.

Circa i fatti della polemica dell’anno, ovvero la caduta di Marquez a opera di Rossi, mentre lottavano per il terzo posto, basti sapere che le gare sono anche scontro diretto e il dettaglio di condotta vede un Marc Marquez, bambino prodigio buono e tosto solo per vincere, ultimamente un pelo estremo, forse ragionato (sulle motivazioni non discutiamo) anche in altri atteggiamenti. Sbaglia Rossi, palesemente, a voler portar fuori senza troppa educazione il rivale che lo infastidisce mentre si gioca un (ultimo) titolo in cui perde così il modo migliore per giocarselo, ma sbaglia anche chi, dentro al settore, demonizza tutto e tutti in seno a uno sport che ribadiamo è anche questo, da sempre. Non che lo debba essere, apposta ci sono e rimangono le sanzioni (su cui ci può discutere in eterno: darne di più, andava data in gara, o anche a Marquez…) ma in passato si è visto di peggio, anche non sanzionato, anche dai migliori e idolatrati, su due e quattro ruote. I campioni devono essere esempi, ma sono uomini e si posson quindi giudicare quando sbaglino. In ogni caso, rimanendo in sicurezza (quella in primis) da spettatore è preferibile un Rossi 36-enne che ancora da il 100%, da asso smaliziato del manubrio, come nell’ultimo periodo, che un ragionato professionista al 90% magari alternato, come altre volte è stato (e forse non guadagnava meno); è preferibile vedere dei giovani spagnoli velocissimi, da ammirare come guida, ma che perdono le staffe o la ruota facile, e posson quindi ancora crescere come uomini, dovendosi rimettere in gioco per raggiungere ulteriori titoli e divenire, meritatamente, miti del motociclismo.



Che dire, se fino a stamane perdeva il titolo chi non sbagliava, ormai lo sembra dover vincere Lorenzo in casa, a meno che subentrino fattori esterni, valutazioni palesemente errate o Rossi non faccia, 'stavolta per davvero, il cosiddetto garone della vita, senza margini di recupero per nessuno (e magari con qualche alleato, all'apparenza non esistente).
 
'à la prochaine'


 GRAND PRIX OF MALAYSIA - ORDINE ARRIVO:   
  1. Dani Pedrosa (SPA) Repsol Honda Team 40'37.691  
 2. Jorge Lorenzo (SPA) Movistar Yamaha MotoGP + 3.612  
 3. Valentino Rossi (ITA) Movistar Yamaha MotoGP + 13.724  
 4. Bradley Smith (GBR) Monster Yamaha Tech3 + 23.995  
 5. Cal Crutchlow (GBR) CWM LCR Honda + 28.721  
 6. Danilo Petrucci (ITA) Octo Pramac Racing + 36.372  
 7. Aleix Espargarò (SPA) Team Suzuki Ecstar + 39.290  
 8. Maverick Viñales (SPA) Team Suzuki Ecstar + 39.436  
 9. Pol Espargarò (SPA) Monster Yamaha Tech3 + 42.462  
 10. Stefan Bradl (GER) Aprilia Racing Team Gresini + 44.601  
 11. Scott Redding (GBR) Estrella Galicia 0,0 Marc VDS + 47.690  
 12. Yonny Hernandez (COL) Octo Pramac Racing + 52.112  
 13. Hector Barbera (SPA) Avintia Racing + 52.360  
 14. Toni Elias (SPA) Forward Racing + 53.619  
 15. Alvaro Bautista (SPA) Aprilia Racing Team Gresini + 53.631  
 16. Nicky Hayden (USA) Aspar MotoGP Team + 1'01.431  
 17. Jack Miller (AUS) CWM LCR Honda + 1'02.828  
 18. Mike Di Meglio (FRA) Avintia Racing + 1'05.075  
 19. Eugene Laverty (IRL) Aspar MotoGP Team + 1'09.877  
 20. Anthony West (AUS) AB Motoracing + 1'24.749  
 21. Andrea Dovizioso (ITA) Ducati Team N.C. (10 laps)  
 22. Marc Marquez (SPA) Repsol Honda Team N.C. (13 laps)  
 23. Loris Baz (FRA) Forward Racing N.C. (18 laps)  
 24. Andrea Iannone (ITA) Ducati Team N.C. (19 laps)  
 25. Damian Cudlin (AUS) E-Motion IodaRacing Team Not starting  
  
 WORLD CHAMPIONSHIP CLASSIFICATION  
  1. Valentino Rossi (ITA) Movistar Yamaha MotoGP 312  
 2. Jorge Lorenzo (SPA) Movistar Yamaha MotoGP 305  
 3. Marc Marquez (SPA) Repsol Honda Team 222  
 4. Dani Pedrosa (SPA) Repsol Honda Team 190  
 5. Andrea Iannone (ITA) Ducati Team 188  
 6. Bradley Smith (GBR) Monster Yamaha Tech3 171  
 7. Andrea Dovizioso (ITA) Ducati Team 153  
 8. Cal Crutchlow (GBR) CWM LCR Honda 118  
 9. Danilo Petrucci (ITA) Octo Pramac Racing 107  
 10. Pol Espargarò (SPA) Monster Yamaha Tech3 103  
 11. Aleix Espargarò (SPA) Team Suzuki Ecstar 97  
 12. Maverick Viñales (SPA) Team Suzuki Ecstar 92  
 13. Scott Redding (GBR) Estrella Galicia 0,0 Marc VDS 83  
 14. Yonny Hernandez (COL) Octo Pramac Racing 53  
 15. Hector Barbera (SPA) Avintia Racing 33  
 16. Alvaro Bautista (SPA) Aprilia Racing Team Gresini 29  
 17. Loris Baz (FRA) Forward Racing 28  
 18. Jack Miller (AUS) CWM LCR Honda 17  
 19. Stefan Bradl (GER) Aprilia Racing Team Gresini 17  
 20. Nicky Hayden (USA) Aspar MotoGP Team 16  
 21. Eugene Laverty (IRL) Aspar MotoGP Team 9  
 22. Mike Di Meglio (FRA) Avintia Racing 8  
 23. Hiroshi Aoyama (JPN) Repsol Honda Team 5  
 24. Toni Elias (SPA) Forward Racing 2  
 25. Alex De Angelis (RSM) E-Motion IodaRacing Team 2 
 



Commenti dei lettori

Username
Password

Commento


Articoli precedenti in Motomondiale

Una domenica da dimenticare
MotoGP Malesia 2015: qualifiche deludenti per Petrux e Yonny
MotoGP Malesia 2015: il Team Forward Racing