Home Sezioni

Nuova Yamaha XSR 700 ABS

In Prove moto
12 maggio 2016

Nuova Yamaha XSR 700 ABS

Ha incuriosito nelle preview dello scorso anno e oggi è disponibile in Italia, la Yamaha XSR 700. Ci troviamo di fronte a una moto relativamente semplice nella tecnica ma ricercata per lo stile, oltretutto personalizzabile sia secondo le opzioni della casa sia secondo i propri gusti, per far concorrenza alle varie Special di moda ultimamente. Il Prezzo listino è 7.590 euro.

Lo slogan dice “nata domani” ma in realtà arriva in Europa nel tardo 2015 in seno alla famiglia Faster Sons, dai richiami anni Sessanta e Settanta con soluzioni tecniche tutte contemporanee (derivate dalla Yamaha MT-07) e quindi in primis sicure, quindi forse anche troppo educate rispetto all’impatto estetico. Si guida facilmente poiché abbastanza docile nell’animo bicilindrico, da 75CV Euro4, comunque capace di allungare fino ai 10mila giri se gradito e dall’ergonomia accogliente per tutti, con sella a 81,5 cm da terra.

Massa contenuta e reattività morbida dei comandi la rendono in breve amica e trasparente nei confronti del conducente, che gode anche di buon comfort e poche vibrazioni quando guida. Il prezzo non è troppo elevato vista la comprovata solidità e bontà tecnica, anche se non ci si trovano prelibatezze assolute ne a vista ne a feeling di guida. Da scegliere in buona parte per lo stile prima che per il resto.

Esiste anche la versione con 35 kW, guidabile con la patente A2, mentre è lunga la gamma di accessori, quasi cinquanta, tra i quali: scarichi, borse in pelle di varie misure, griglie di protezione, manopola e molto altro. La Yamaha XSR 700 è disponibile in colorazione Forrest Green e Garage Metal, oltre che la 60th Anniversary giallo nera (bella ma costa qualcosina in più).



Dati Tecnici
Motore
Motore 2 cilindri, raffreddato a liquido, 4 tempi, DOHC, 4 valvole
Cilindrata 689 cc
Alesaggio x corsa 80,0 mm x 68,6 mm
Rapporto di compressione 11,5 : 1
Potenza massima 55,0 kW (74,8CV) @ 9.000 giri/min
Limited power version 35,0 kW
Coppia massima 68,0 Nm (6,9 kg-m) @ 6.500 giri/min
Lubrificazione Carter umido
Frizione in bagno d'olio, dischi multipli
Alimentazione Iniezione
Accensione TCI
Avviamento Elettrico
Trasmissione Sempre in presa, 6 marce
Trasmissione finale Catena
Fuel consumption 4,3 l/100km
CO2 emission 100 g/km
Telaio
Telaio A diamante
Sospensione anteriore Forcella telescopica
Escursione anteriore 130 mm
Inclinazione canotto sterzo 24º 50
Avancorsa 90 mm
Sospensione posteriore Forcellone oscillante, (leveraggi progressivi)
Escursione posteriore 130 mm
Freno anteriore Doppio disco idraulico, Ø 282 mm
Freno posteriore Disco idraulico, Ø 245 mm
Pneumatico anteriore 120/70 ZR 17M/C(58V) (Tubeless)
Pneumatico posteriore 180/55 ZR 17M/C(73V) (Tubeless)
Dimensioni
Lunghezza 2.075 mm
Larghezza 820 mm
Altezza 1.130 mm
Altezza sella 815 mm
Interasse 1.405 mm
Altezza minima da terra 140 mm
Peso in ordine di marcia (compresi serbatoi olio e carburante pieni) 186 kg ABS
Capacità serbatoio carburante 14 L
Quantità olio motore 2,7 L



In questa prova sono stati usati CASCO CABERG STUNT e CALZATURA TCX X-Groove
 

 


Commenti dei lettori

Username
Password

Commento


Articoli precedenti in Prove moto

Honda CTX700: evoluzione e stile a portata di mano
BMW R 1200 R: turismo “Dynamico”
Suzuki GSX-S1000F M.Y. 2015