Home Sezioni

Maida: suo anche il titolo veneto a coppie

In Offroad - Speedway
di Redazione MotoCorse.com, 03 novembre 2011

Maida: suo anche il titolo veneto a coppie

ncora un alloro da aggiungere nel prestigioso palmares del pluricampione veterano dello speedway Andrea Maida. Il 47enne di Loreo nella gara unica che assegnava il titolo di campione Veneto a coppie, in cui potevano partecipare anche piloti delle Regioni confinanti, ha portato magistralmente a termine la sua corsa sebbene funestata da diversi problemi meccanici. Maida portacolori del moto club vicentino La Favorita di Sarego si presentava in pista affiancato dall’italo-argentino Nicolas Covatti a formare una collaudatissima coppia che si è dimostrata molto competitiva e soprattutto ben affiatata nell’intera stagione agonistica, che li hanno visti trionfare nel campionato Internazionali d’Italia Speedway a squadre.

Andrea, che in questa stagione si è fregiato del prestigioso tricolore a squadre e del titolo di Campione Veneto individuale, si dimostrava ben intenzionato a mettere le mani sul titolo Veneto a coppie in una gara che schierava quasi tutti i piloti di livello nazionale. La gara di Maida iniziava subito con un en-plein nella prima manche della serata su una delle coppie pretendenti al successo finale i veronesi dell’Hellas Speedway Verona; il pilota polesano terminava secondo dietro al compagno Covatti, mettendosi alle spalle il campione di motocross Massimo Zambon, mentre Marco Gregnanin pagava a caro prezzo la propria irruenza tentando una partenza anticipata dallo start, con il tocco del nastro si beccava l’esclusione dalla manche da parte dell’arbitro.

Il primo guaio tecnico per il pilota rodigino arrivava nella sua seconda uscita; con il motore al massimo pronto per partire dallo start, Andrea rimaneva ferma al palo di partenza per la rottura della catena di trasmissione, frangente che oltre a far perdere punti importanti metteva la strada verso il titolo in salita per la coppia di Sarego nello scontro diretto con i friulani dell’Olimpia Terenzano. Manche vinta dal campione tricolore individuale Mattia Carpanese davanti a Covatti, mentre costretti al ritiro Maida e il giovane udinese Dario Del Torre. Capolavoro difficilmente da eguagliare, solo così si potrebbe definire quanto è riuscito a fare Andrea Maida nell’ottava manche della gara. Nella sfida con la giovane coppia del moto club di casa del Lonigo formata da Michele Castagna e Mattia Cavicchioli, Maida in seconda posizione alle spalle di Covatti gli si spegneva la moto per la mancata apertura del carburante relegandolo in ultima posizione.

Ripristinato a tempo di record, Andrea riprendeva la sua corsa recuperando ben mezzo giro di pista sulla coppia Castagna-Cavicchioli conquistando un sbalorditivo secondo posto di manche, che a tutti sembrava persa. Ancora un secondo posto di manche Andrea lo conquistava nella sfida tutta di marca La Favorita di Sarego contro la seconda coppia formata da Jonatha Seren e Samuele Rizza. Maida costretto ancora ad uno stop forzato per problemi elettrici alla propria moto, poteva contare sul successo di manche di Covatti conquistando punti importanti per avanzare verso il titolo. Successo che si materializzava nella loro ultima uscita della gara con ancora Covatti che bissava l’ennesimo successo di manche davanti alla coppia trevigiana dei Cialtroni del Nord Est formata dal connazionale Christian Carrica seguito da Andrea Maida, che senza rischiare più del dovuto si accontentava della terza posizione che gli garantiva la vittoria della gara davanti ad Alessandro Novello. 

La manche di spareggio per la medaglia d’argento se l’aggiudicava il pilota padovano Mattia Carpanese davanti all’oriundo Carrica. Con questa ultima gara si chiude il sipario della pista ovale tricolore targata 2011, in cui Maida vuole ringraziare gli uomini del suo Team: Giancarlo, Alfredo, Roberto , mio padre , Michele Guerra, GianPietro e Marco e tutti i componenti del moto club La Favorita di Sarego, oltre ad aver portato avanti positivamente il progetto nelle vesti di collaudatore del motore da speedway GPT 574, lo si è visto trionfatore in tutti e tre campionati  della pista ovale prefissate ad inizio stagione con gli Internazionali d’Italia a squadre e i titoli nei tornei Veneto individuale e a coppie per la gioia del presidente Maurizio Vigolo e tutto lo staff del moto club La Favorita di Sarego, che in Maida avevano confidato come punto di forza.


Commenti dei lettori

Username
Password

Commento


Articoli precedenti in Offroad - Speedway

Maida e "La Favorita" campioni tricolori a squadre
Andrea Maida è campione veneto 2011
Veneto Speedway: Maida trionfa a Lonigo