Home Sezioni

Rievocazione Storica del Motogiro D'Italia: presentato il programma 2016

In Turismo - Tour e viaggi organizzati
di Redazione Motocorse, 29 settembre 2015

Rievocazione Storica del Motogiro D''Italia: presentato il programma 2016

Terni, Slovenia e ritorno: sono oltre 2.000 i km, in sette tappe, dell'edizione 2016 della Rievocazione Storica del Motogiro

Si svolgerà dal 18 al 25 giugno 2016 la venticinquesima edizione della Rievocazione Storica del Motogiro D'Italia che quest'anno assume il nome di "Motogiro Silver - memorial Paolo Rossi", si vuole così ricordare l'ex presidente del Moto Club Terni L. Liberati P. Pileri che lo ideò insieme all' attuale presidente Massimo Mansueti e alla segretaria generale Laura Cosimetti, alla fine degli anni ottanta. La manifestazione è organizzata in collaborazione con la Federazione Motociclistica Italiana.


La Rievocazione Storica del Motogiro è il più importante evento itinerante riservato alle moto storiche che si svolge al mondo, tanto che è stato inserito nel calendario internazionale "Vintage Raid Maraton" della Federazione Internazionale Motociclistica, insieme ad uno simile che si tiene ad Andorra. La manifestazione richiama il Motogiro agonistico che si è svolto dal 1953 al 1957, quando alla gara prendevano parte anche 500 piloti ed era considerato la Mille Miglia delle due ruote, al quale partecipavano in modo ufficiale le più importanti case motociclistiche del tempo.


L'edizione del 2016 sarà veramente un grande evento che ripercorre in gran parte quella del 1955, quando il Motogiro arrivò a Trieste per festeggiare il ritorno all'Italia della città friulana, avvenuto il 26 ottobre del 1954. In quella circostanza tutti i partecipanti sfilarono con in mano il tricolore e anche per questa rievocazione sono in programma numerose commemorazioni, con soste nei luoghi profondamente segnati dagli eventi bellici delle due guerre.

Anche le tappe richiamano quell'edizione soprattutto per la lunghezza, alcune superano abbondantemente i 400 chilometri per un totale di oltre 2000, per questo gli organizzatori hanno deciso di dividerlo in sette frazioni, una in più di quelle degli ultimi anni, comprendendone anche una di riposo.

Il via è fissato a Terni, sede del Moto Club organizzatore, dove sabato 18 giugno si svolgeranno le operazioni preliminari, poi domenica 19 giugno, la partenza della prima tappa che porterà i motociclisti a Ferrara dopo 433 km, il giorno dopo si arriverà a Trieste con un percorso di 381 km e quindi lo sconfinamento in Croazia a Rieka e poi in Slovenia a Bled, dove si chiuderà la terza frazione lunga 248 km. Mercoledì 22 si effettuerà una giornata di riposo per poi riprendere il giorno successivo, con arrivo a Rovigo dopo 403 km, quindi venerdì 24 la carovana giungerà ad Arezzo per la sesta tappa lunga 331 km e infine il balzo finale verso Terni, dove la manifestazione si concluderà nel pomeriggio di sabato 25 giugno. 

Come di consueto la manifestazione si caratterizzerà anche per l'elevato grado di ospitalità riservata ai partecipanti, con hotel di categoria superiore, cene di gala e l'organizzazione di numerosi eventi collaterali in ogni sede di tappa.

Il Motogiro d’Italia è una esaltazione della vera passione di ogni motociclista; dice il presidente Massimo Mansueti. "Nessuno può immaginare ciò che si prova fino al momento della sua partecipazione, l’emozione è forte, la simbiosi con proprio mezzo, l’esaltazione di tutto quello che ti circonda; gli odori che ti ricordano l’infanzia. Una gioia da condividere con nuovi e vecchi amici; la scoperta di strade e luoghi mai visti, i sapori della nostra bella terra; L’emozione che ti trasmettono coloro che ti accolgono e che ti applaudono nei punti di sosta e lungo il percorso, il benvenuto sincero di tante persone; le urla gioiose dei bambini in festa al tuo passaggio; lo stupore, la meraviglia, l’ammirazione manifestata da tanta gente, a te ed al tuo mezzo, ti rendono l’attore principale di un film unico".

La manifestazione è aperta oltre che alle moto d'epoca costruite dal 1953 al 1958 anche a moto più recenti e attuali, divise in varie categorie.

Diverse le formule di partecipazione con costi veramente allettanti, un modo diverso per fare anche una vacanza oltre che una gara in moto, attraverso le bellezza di un vasto territorio d'Italia. 



Commenti dei lettori

Username
Password

Commento


Articoli precedenti in Turismo - Tour e viaggi organizzati

TRANSITALIA MARATHON: ultimi preparativi
TRANSITALIA MARATHON: partecipa con Motocorse
Harley-Davidson Discover More: Luis Castilla arriva in Italia